BREGUET

Tra cultura e innovazione, l’eccezione dell’orologeria in tutto il suo splendore

Da sempre Breguet, simbolo di patrimonio storico e culturale, ma anche sinonimo di avanguardia tecnologica, affascina il mondo con la sua capacità di innovare. Dal tourbillon alla molla-motrice, sono numerose le invenzioni di A.-L. Breguet che hanno scandito la storia dell’Alta Orologeria dal 1775. A partire dall’acquisto da parte di Swatch Group, nel 1999, la Manifattura Montres Breguet ha coltivato incessantemente l’eccezionale patrimonio ereditato dal suo fondatore. Oggi propone orologi sempre più seducenti, nei quali le complicazioni tipiche dell’orologeria sposano un gusto estetico essenziale e raffinato. Breguet ha lanciato per esempio nel 2011 il modello Classique Hora Mundi, il primo segnatempo meccanico nella storia dell’orologeria che dispone di un fuso orario a scatto istantaneo. Nel 2013 la Manifattura ha presentato il Classique Chronométrie 7727, il primo orologio meccanico dotato di perno magnetico. Grazie ai componenti in silicio e all’alta frequenza, questa straordinaria invenzione consente di raggiungere risultati di marcia eccezionali (-1/+3 secondi al giorno). Nel 2014 è stato il modello 5377 Classique Tourbillon extra-plat automatique a fare la sua comparsa fra i capolavori del marchio Breguet. Da sempre punto di riferimento indiscusso in tema di Alta Orologeria, Breguet rafforza oggi la sua posizione di protagonista, grazie in particolare alla verticalizzazione di tutte le sue attività produttive. Nel 2011 infatti la manifattura di casse Favre et Perret è stata acquisita da Breguet, dando vita a Montres Breguet, Manufacture de boîtes. Inoltre il marchio ha ampliato la rete delle sue boutique, che conta attualmente una trentina di punti vendita presenti in 20 città fra le più prestigiose al mondo.